Affittare un immobile

Tutto quello che c'è da sapere sulla locazione di un immobile

Il nostro studio immobiliare si occupa della gestione di affitti seguendo il cliente passo dopo passo per trovare la risposta giusta alle proprie esigenze, consigliando al locatore il contratto più adatto alle proprie esigenze e cercando sempre di selezionare i futuri inquilini  sulla base di determinate referenze personali, reddituali ed eventualmente bancarie, prestando molta attenzione alle esigenze di entrambe le parti.

Ricerca del locatario ideale

La scelta del conduttore viene fatta inizialmente da noi agenti, che sulla base della nostra esperienza sul campo riusciamo a capire a primo impatto l’affidabilità della persona. Facciamo una breve indagine sui redditi personali per verificare che il cliente possa sostenere il pagamento mensile del canone, verifichiamo la documentazione presentataci, avvalendoci, se necessario, anche delle referenze di precedenti locatori e del datore di lavoro. Naturalmente la scelta definitiva spetta soltanto il locatore.

Stipula del contratto di locazione

Nella procedura della preparazione e stipula del contratto di locazione, chi si affida alla S.I.T. non avrà nessun pensiero!! Noi ci occupiamo di tutto, a partire dall’ individuare il tipo di contratto  adatto alle esigenze del locatore. Dopo di che:

  • Prepariamo il contratto di locazione, compilandolo in ogni sua parte,
  • Il contratto viene letto alle parti e controfirmato da entrambi
  • Il contratto viene registrato telematicamente presso i nostri uffici e consegnata copia della ricevuta telematica alle parti.

La S.I.T., associato FIAIP,  offre ai suoi clienti la preparazione della scheda tecnica che prevede il calcolo del canone massimo e minimo per contratti a canone concordato (3+2, transitorio ecc…). Inoltre per chi intendesse avvalersi della agevolazione dello sconto del 30% sulla tassa IMU (valida per i contratti agevolati), noi stessi trasmettiamo la comunicazione in Comune.

Ulteriori adempimenti e servizi

La nostra agenzia cerca di dare il massimo per soddisfare tutti i suoi clienti, per ciò se dopo la fase di conclusione del contratto ci fossero richieste particolari come ad esempio eventuali volture delle utenze, nuovi allacci o cambi di residenza ecc…, possiamo indirizzare il cliente ad effettuare le procedure corrette senza dover sostenere costi aggiuntivi.

Tipologie contrattuali:

Con l’ abolizione dell’ equo canone e l’avvento della legge 431/98 sono sorte le seguenti tipologie di contratti:

Contratto di locazione agevolato

Contratto di locazione agevolato ( 3+2, 4+2, ecc…) è previsto solo nei Comuni con alta densità abitativa, prevede la compilazione di una scheda tecnica dove viene stabilito il canone mensile minimo e massimo applicabile, il modello è quello predisposto dal Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture. Con questo tipo di contratto il locatore può avere uno sconto del 30% sull’Imu, inoltre si può optare per l’opzione di tassazione della cedolare secca con un’aliquota fiscale del 10%.

Contratto di locazione libero Patto in deroga

Contratto patto in deroga (4+4,4+5,ecc.) non prevede nessun vincolo sul canone e non ha agevolazioni fiscali, anche in questa tipologia di contratto si può optare per l’opzione di tassazione della cedolare secca con un’aliquota fiscale al 19%.

Cedolare secca

La cedolare secca è un’opzione di tassazione applicabile ai contratti fra privati ad uso abitativo che prevede un agevolazione fiscale dal 10 al 19% del pagamento delle imposte sul reddito annuale percepito, non prevede spese di registrazione del contratto ed è esente da marche da bollo; chi opta per tale opzione non può applicare all’inquilino l’aumento ISTAT.

Contratto di locazione di natura transitoria

Il contratto di locazione di natura transitoria può essere stipulato esclusivamente in alcuni casi specifici ed ha una durata che va da un minimo di un mese ad un massimo di 18 mesi, anche in questo caso è correlata la scheda tecnica dove viene indicato il canone mensile minimo e massimo applicabile.

Una particolare tipologia di contratto transitorio è quella per studenti universitari, la durata minima è di 6 mesi e massima di 36 mesi e il modello di riferimento è quella del DM del ministero allegato F.

Contratto di locazione commerciale

Il contratto di locazione commerciale è il contratto di locazione diverso da quello abitativo è regolato dalla legge 392 del 1978 che regola la disciplina, e si fà riferimento agli art. 1572 e 2643 del Codice Civile; nella maggior parte dei contratti di natura commerciale la durata minima è di 6 anni, tranne nel settore alberghiero che è di 9. L’ aumento Istat applicabile è sempre pari al 75% della variazione annuale.